mercoledì 27 agosto 2008

qualcosa di riammodernato



La vulcanica Salsa di Sapa ha organizzato questa raccolta, il che mi ha messo in notevole difficoltà.
Primo perchè dire di no a lei è praticamente impossibile e poi perchè ovviamente ha tirato fuori dal cappello a cilindro un challenge difficilissimo.
Gli anni 80 e 90 sono passati talmente tanto velocemente da non averne quasi memoria.
Non ricordo molto, i fast food in una città come Trapani erano assolutamente impensabili, i paninari se ne stavano nelle fredde lande del nord esattamente come gli yuppies.
Inoltre nel 1980 io avevo 8 anni e sinceramente non era nemmeno anni felici per tutta una serie di vicende personali.

Gli anni 90 sono stati gli anni dell'adolescenza e dell'università.
Peggio mi sento, io diciottenne in una città come Roma per 6 anni dentro un collegio universitario.
I soldi erano abbastanza per condurre una vita normale al limite del monastico, i carichi di studio enormi (la mia amica Annafranca aveva appeso un cartello alla porta della sua stanza: mio padre ha detto che mi mantiene ancora per 6 anni, dopo pensateci voi. silenzio per favore) e così non ho grandi ricordi dal punto di vista alimentare.

Una cosa che ricordo con chiarezza è l'avvento nei piatti della maionese, della panna da cucina e della rucola praticamente ovunque.

Insomma tutto questo preambolo per invitarvi a partecipare al meme di Sara e per introdurre i miei due cents.





Ed eccomi anche io con la mia rivisitazione di un piatto fin de siecle.
L'insalata di pollo io l'ho sempre detestata cordialmente.
L'impossibilità di riconoscere i sapori, la maionese a coprire tutto in un'orrendo pastone che tutt'ora si ritrova in qualsiasi tramezzino da bar, con il pollo polveroso che si disintegra al contatto con la lingua.

Insomma tutto il peggio immaginabile.
Così ho deciso di provarci.
E non sono la sola alex ha postato due ricette una classica stile mamma e una meno usuale ma che è comunque rimasta nei meandri della mia memoria e che mi ha ispirato per la rivisitazione.

Io il pollo non lo compro mai al supermercato, non mi piace è molliccio, insapore e sicuramente stracolmo di ogni schifezza.
Di solito ci viene regalato, ed è uno dei regali più graditi, o ci pensa il mio papà con il suo piccolo pollaio o, se proprio devo, lo compro all'azienda agricola di fiducia

OK, ecco la ricetta

* 1 petto di pollo arrosto tagliato in cubetti
* una costa di sedano affettata sottile
* una pesca nettarina a pasta compatta
* maionese
* foglie di basilico
* yougurth bianco intero (sarebbe meglio quello greco o comunque uno yogurth compatto)
* pepe

ho semplicemente mescolato il pollo al sedano affettato sottile condendolo con un filo di olio e il pepe.
Nel frattempo ho grigliato le fette di pesca e preparato la maionese.
Da quando ho il minipimer la maionese la faccio da sola in questo modo.
Metto in un boccale in quest'ordine un uovo intero freschissimo, olio di semi, poche gocce di succo di limone e aziono il minipimer, per la consistenza mi regolo aggiungendo ancora olio qualora fosse troppo liquida.
Regolo di sale alla fine.
La maionese l'ho mescolata allo yogurth, diciamo un cucchiaio di yogurth ogni due di maionese e ho aggiunto il basilico fresco tritato.
Una volta composto il tutto ho spolverato di pepe.

Il commento a caldo della mia collega è stato questo: "sembra vomito di gatto!"
Ha ragione :D
Però era buona.

20 commenti:

Bicece ha detto...

Grazie per essere passata dalla mia cucina! tornerò presto anche io a trovarti perchè ci sono alcune cose che vorrei scopiazzarti.. tipo quel favoloso dolcino da colazione!!Sara

cuochetta ha detto...

Ciao Mamma Enza...
appena ho un attimino di calma ti scrivo intanto ci tenevo a passare da te e darti un bacio a te e tutto il proiettame!
Anna (coming back)

Aiuolik ha detto...

Semplice ma efficace :) Sicuramente meglio di quella straricca di maionese ;) Quella di Alex l'ho provata pure io, mi segno anche questa!

Ciaoo,
Aiuolik

salsadisapa ha detto...

cara enzina, ti dico che questa ricetta mi piace assai. centra in pino il bersaglio! e poi la pesca dà un tocco di classe mica da ridere... brava! grazie mille per aver partecipato al giochino ;-)))

enza ha detto...

insomma a nessuno sembra vomito di gatto :D

brii ha detto...

enzaaaaaaaaaaa...d� alla tua collega che brii ha 7 gatti e che di vomito di gatti si intende! :) :)
la tua insalata di pollo
NON sembra vomito di gatto!
ma neanache lontanamente!!
eh eh eh

bacioniiiii
ps. brava enza..bella ricettaaaa!!!

Giorgia ha detto...

concordo con brii, non sembra vomito di gatto, e nemmeno di cane...
faccio anche io l'insalata di pollo ogni tanto, ma è semplicissima, con il petto di pollo bollito nel brodo di verdure e accompagnato da indivia belga cruda. come codimento un po' di yogurt fatto da me insaporito dalla cipolla tagliata a fettine sottili e un goccio di aceto balsamico.
la tua mi piace, sperimenterò anche questa versione.

sunny ha detto...

bella e solare la versione con la pesca. Decisamente da provare! io l'insalata di pollo (rigorosamente ruspante del my boy's pollaio)la faccio in 2 modi: 1) con il pollo lessato con le verdure (che poi passo al minipimer e con la cui crema ricopro le striscioline di pollo);
la seconda versione, più fresca e vacanziera della prima, con il petto di pollo grigliato come te e con l'aggiunta di melanzane e zucchine grigliate, carciofini sott'aceto della mamma e tante olive miste denocciolate.
La maionese la evito da un po' perchè in passato devo averne mangiata a tonnellate ed ora... :-P
Vai così Enza! sei tornata alla grande!

Mammazan ha detto...

Veramnete insolita l'aggiunta della pesca e l'alleggerimento della maionese con lo yogurth...
Da provare
Grazia

unika ha detto...

:-)))))) non ci credo al commento della tua collega....nel senso che penso invece che era fantastica:-) un baciotto
Annamaria

il_cercat0re ha detto...

deve essere davvero ottima e leggera! grazie per l'idea e complimenti per il blog :)

________
Mani in pasta

Claudia ha detto...

...ho avuto molti gatti nella mia vita, ultimo Pepe, e nessuno ha mai vomitato una specialità simile!
ma cosa hai dato da bere alla tua collega?
ahahahah
*
cla

Alex e Mari ha detto...

Ma che gatti ha la tua collega? Sta cosa delle pesche grigliate mi stuzzica proprio tanto. Le albicocche in insalata mi sono piaciute e quell'insalata l'ho rifatta molte volte. Le pesche saranno le prossime a sposarsi col pollo. Ora però mi preparo per la partenza. Ci sentiamo a Roma!
Un abbraccio, Alex

enza ha detto...

non vedo l'ora alex!
la mia collega è anche una mia amica, credo si riferisse più alla qualità della foto che altro.
e questo fa il paio con quello che sostengo da un pò, che ci sono cose buone ma infotografabili, almeno per me.

Mariluna ha detto...

Carinissima questa versione...mi stuzzica l'idea di provarla benché anch'io non sono matta dell'insalata di pollo, anzi é proprio la maionese che non mi và giù...pero' forse un'alternativa si puo' trovare.

Un abbraccio

Per il tavolo sono sempre disponibile all'acquisto

natalia ha detto...

Cara enza ciao ! Sono riritornata anche io e ho subito visitato le tue splendide cucine ! che belle le pesche! ti mando un bacio a presto

enza ha detto...

nat pronta per il challenge? :)

Ciboulette ha detto...

E ma che cattiva la tua amica!! solo perchè c'è un po' di maionee, tutti addosso alla maionese, a me piace da matti :))) ma è una di quelle cose che quando imparerò a fare in casa segnerò la data sul calendario :))

Evviva, sono contenta che sia arrivata anche tu con la tua rivisitazione....e le pesche grigliate.....secondo me sonoobuone anche da sole!!!

natalia ha detto...

Cara enza .. io avevo gia'programmato un post veramente scarno (ebbene si ho "fatto" il blog ma ho molto bisogno di aiuto...)prima di ripartire, questo mese il challenge era divertente no? sono eager di vedere i tuoi eclairs che saranno come al solito i più belli... baci

Sere ha detto...

Enzinaaaaaaaaa.....ciao tesora dolce... sono tornata ed ho letto la tua mail... domani,con calma, ti risponderò! Ti abbraccio forte forte ... smack!!!