sabato 5 dicembre 2009

Viola

Si, viola.
Viola come il colore dell'iniziativa di Gennarino.
Viola come la delusione, la rabbia e lo sconforto ma anche la voglia di reazione ad un governo che a destra e a manca ha fatto più danni delle sette piaghe d'Egitto.
Che ha tentato di scardinare per motivi personali e clientelari perfino la costituzione e certamente non in senso migliorativo.
Che annovera tra le sue fila il peggio del peggio, mafiosi, truffaldini, indagati, condannati, furbetti del quartierino.
Sappiate che avendo sposato un uomo che ama definirsi conservatore e di destra sono abituata alla dialettica pacata.
Leggere questo editoriale la dice lunga sul fatto che destra non sempre è male anche se vista da sinistra.
E che anche a destra c'è chi pensa, osserva, esercita uno spirito critico che cerca di travalicare i diktat da caserma di partito.
Ma non questa destra, non quella che ci governa, non con questi presupposti.
I peggiori che la mia giovane memoria ricordi.
Una destra propagandistica, giustizialista al contrario, dove tutto è lecito, fondata su un mucchio di frottole e fango vere o presunte.
Quella del "o con noi o contro di noi" "o ti allinei o sei comunista" (trovarlo un comunista in questi tempi di non rappresentanza bipartisan).
Non parlo di politica nel mio spazio, parlo poco di me, di come la penso e del mio mondo piccolo familiare e non.
Questo non è uno spazio politico.
Ma chi mi conosce sa perfettamente come la penso, nel massimo del rispetto reciproco il che vuol dire che non sono disposta a rispondere o ad accettare commenti offensivi o denigratori da qualsiasi parte essi vengano.
Diciamo che non sono di primo pelo e che ho imparato a gestirmi, ma questa è casa mia per cui chiunque passi di qui e si senta di dissentire è liberissimo di farlo nel rispetto della civile e democratica convivenza esattamente come avviene tra le mura di casa mia, grazie.
Io questo pomeriggio non c'ero ma mio padre si.
Ha fatto anche le mie veci.

15 commenti:

Konstantina ha detto...

Brava Enza!
Concordo pienamente. E spero che sia chiaro per tutti che la NoBDay non è un'iniziativa contro gli ideali ed i valori delle persone di destra, ma contro la mancanza che questo governo ha portato. La mancanza di ideali. La mancanza di valori. La mancanza di rispetto. La mancanza di orgoglio verso il proprio paese.

Scribacchini ha detto...

E se uno invece è pienamente d'accordo con te? Magari abbraccia sia te che tuo padre :-) Kat

silvia ha detto...

sono contenta di essere fra le persone che frequentano il tuo spazio e che in questo spazio si ritrovano sempre di più. condividendone i pensieri, le sfuriate e i sentimenti. possiamo quindi sperare nelle nuove generazioni. tu ne hai almeno tre più uno di componenti del nostro futuro. e se dai genitori impareranno sapranno scegliere fra avere ed essere. fra dignità e abbruttimento. tuo padre è la mia bandiera. bacio rotondo.

stelladisale ha detto...

per un attimo ho pensato che fosse nata e che avessi cambiato idea sul nome... che comunque è un bel nome e un bel colore, uno dei pochi rimasti liberi, di colori, mi starebbe bene perfino una destra piuttosto che sto schifo... baci

Alex ha detto...

Mi sento confusa. Questo è quello che provo. Da ex militante attiva mi sento ora "priva" di mezzi. E mi rendo conto che spesso ci siamo nutriti di ideali e di poche idee.
Mi va bene il No B. day... mi piacerebbe in futuro, costruire qualcosa con un "Si pincopallino day.

enza ha detto...

e non poter costruire un si pincopallino day è cosa peggiore.

enza ha detto...

stella, la bimba si chiamerà Irene proprio per il suo significato: pace.
Anche perchè,. diciamolo, pur di moda il viola è sempre un colore difficile :)

Gloria ha detto...

Pienamente d'accordo con te. Quello che provo io è delusione, spesso spero che non sia questa la realtà, stiamo vivendo in un libro già scritto anni fa, dove manipolazioni e legge del più forte (o furbo?) fanno da padroni... "Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri" mi sembra attualissimo.
complimenti per il nome scelto, ha un significato bellissimo!

Scribacchini ha detto...

è stato fatto un passo, verso dove? Ce ne sarannno altri?
Non importa, l'accento va su "è stato fatto". Il segnale che in Italia ci sono tracce di vita!

Remy

stelladisale ha detto...

si si bellissimo nome irene, ieri sera sono finalmente andata a vedere il video della trasmissione sul sito, ma come siete belli! non sapevo che vi era venuta pure la tele in casa! e sei telegenicissima, e io ero orgogliosa di conoscerti :-)

enza ha detto...

:) ossignore...stella io e la mia famiglia siamo esattamente così.
Certo non avrebbero potuto filmare gli scazzi, gli strilli del mattino vestitiiii lavatiiiii la campanella è suonataaaaa però sinceramente a parte la routine quotidiana non solo abbiamo detto quel che pensiamo ma ho avuto l'impressione che abbiamo detto cose che non erano proprio in linea con quello che si sarebbe aspettata una platea cattolica, pur essendo profondamente credenti entrambi (io però non proprio clericale :))
non so scribacchini cari come comportarmi e cosa pensare.
ci sono stati i girotondi, i voti di protesta ai verbiu, i vaffa day.
insomma possibile davvero che gli italiani siano soltanto un popolo di imbecilli imboniti da una specie di vanna marchi con i capelli trapiantati? o forse sarà che il nostro genetico senso dell'opportunismo che nei secoli ci ha permesso di sopravvivere alle invasioni prevale sul buon senso? o ancora che la cosa pubblica è meno interessante della cosa privata? che il marciapiede si scassi non gliene frega niente a nessuno l'importante che il pavimento della nostra casa sia ben spazzato e lavato.
ecco perchè capisco lo scetticismo dilagante anche su questa manifestazione.
in piazza a milano durante il primo governo berlusconi c'erano un milione di persone, dove sono adesso?

enza ha detto...

gloria grazie.
purtroppo orwell è sempre più attuale con prospettive inquietanti.

Alessandra ha detto...

ho letto l'editoriale ed ho uno spiacevole déjà vu...

salsadisapa ha detto...

dopo leggo l'editoriale. ma prima ti dico che mi sento viola anch'io, e che sottoscrivo ogni singola parola, spazi compresi. speriamo bene...

Alessandra ha detto...

Enza, grazie per il messaggio di la', ti rispondo qui per l'editoriale ed il déjà vu... veramente ero ancora in Giappone quando molti mi dissero che le cose stavano cambiando in Italia, e dopo mani pulite finalmente c'erano Berlu, Fini e Lega che avrebbero cambiato le cose in Italia. A me veniva in mente il gattopardo...Chi in effetti comandava ha continuato a comandare, ma in quel caso si e' fatto aiutare ulteriormente dalla destra e lega, partiti con agende moooolto antisociali, dal mio punto di vista, che pur di andare al potere si sono abbracciate ad un imprenditore mafioso. Il periodo del populismo forse sta passando (magari!) e se tuo marito e' un destroso intelligente allora lo e' anche Fini, che pero' e' anche ambizioso e questa mossa se la sta curando da anni. Comunque, le mie ideologie sono diverse da quelle dell'alleanza nazionale, e non mi bastano giornalisti apparentemente istruiti come quelli di farefuturo che dichiarino di essere contro la violenza verso i gay o che magari si dichiarano pure ecologisti per convincermi che il loro partito sia cambiato, infatti non mi fido proprio, sento che scrivono quello che vogliono far leggere. Fini e' salito con Berlusconi (e la sua associazione con lui al governo, + il suo curriculum, gia' mi bastano per inquadrarlo) e l'ha aiutato a fare tutte quelle leggi e mosse che ci hanno portato dove siamo ora, e adesso e' pronto per 'il colpo di stato' - costituzionale ovviamente - in fondo e' la gente che dice di essere stanca di Berlusconi (ma bada bene, che vuol cambiare solo certe cose) che lo scegliera'. E sicuramente Fini non dira' tutte quelle cazzate in pubblico che dice Berlusconi, no' lui e' molto piu' diplomatico, e di morose di vent'anni in meno ne ha avuta solo una (apparentemente) quindi potrebbe quasi quasi passare come il SARKOZY italiano...ovviamente questo va bene se si e' di destra, non ti pare? Ed io non posso essere di destra perche' alla destra non ci credo.

Torno in Italia a Marzo, torno per 6 mesi stavolta, mio marito mi dice di non provare a far politica, che e' una battaglia persa in Italia. Come faro'???
Il fascismo e' sempre fascismo, sia con Berlusconi che con Fini. Io vorrei tanto non trovare il fascismo, le ronde della Lega, la polizia corrotta e di una corrente politica sola, i mafiosi e i camorristi che ti mettono le discariche tossiche nel ....con una mano, e poi ti votano per le destre 'ecologiste (???) con l'altra, i 'critici' d'arte e 'padrni' della cultura che invece riducono l'arte ad un bene di mercato per riciclare i soldi o fare propaganda, e gli skin che ricevono soldi perche' si dichiarano associazioni culturali...insomma, se io non mi devo immischiare e' meglio che torni e che vada dritta dritta in un bel monastero di monache di clausura...pensi che la prendano un'atea con marito e figli? No?

Fa lo stesso, tanto come al solito finiro' per frequentare solo le persone con le idee abbastanza aperte da sopportarmi :-)

Minchia quanto ho scritto! fammi andare a lavora' che e' meglio!