giovedì 4 febbraio 2010

mater cretinorum semper incinta est


Questa storia ve la devo raccontare.
Mia suocera, conoscendo la mia passione e la mia esperienza in cucina, mi chiede se posso trovare un dolce allo yogurth senza uova e senza burro, tipo plum-cake per intenderci.
La classica domanda del senza senza senza.
Lei sa benissimo come la penso, non esiste un dolce senza senza senza di questo tipo o meglio io non riesco a concepirlo.
Comunque decido di googolare ugualmente, per dimostrare a lei e a me stessa che si può e che sono solo io lo scettico blu del gruppo.
Digito "Dolci senza uova" e potete immaginare quanti risultati son venuti fuori.
Tra questi scelgo un forum di cui non farò il nome, per ovvie ragioni, e apro il post indicato da google.
Ecco una lista lunghissima di dolci "light" e scelgo:

Ciambella allo yogurt
Benissimo, fa al caso mio, facilissima, quattro ingredienti messi in croce.
Detto e fatto: ho tutto.
Dico a mia suocera, leggendo il procedimento, "sarà una schifezza mortale" ma proprio per prova provata mi avvio.
Devo mettere nel mixer (mixer? bah, meglio la frusta a fili) 3 vasetti di yogurt bianco e aggiungere lo zucchero (4 cucchiai), 11 cucchiai di farina, 1 cucchiaio di miele una bustina di lievito per dolci.
Fatto questo avrei dovuto ottenere un composto abbastanza fluido.
A me è toccato diluire il tutto con un pò di latte ma giustifico l'autore pensando che il mio yogurt era abbastanza denso.
Infornare a 200°
200° per un impasto lievitato con lievito chimico? Ma dico, siamo matti??? ha fumato pesante???
Mi rifiuto, non ce la posso fare, 160° modalità statica, tiè.
Questo è il risultato.
Ora ecco spiegato il titolo del post.
Il fatto è un altro.
Io non mi aspettavo un risultato diverso da questo, lo sapevo dall'inizio che avrei buttato dell'ottimo yogurt ma volevo dimostrare la mia tesi.
Se devi fare un plum cake o qualsiasi dolce "sponge" le uova sono imprescindibili.
Se sei a dieta non mangiare dolci che fai prima o se hai problemi di intolleranze cerca delle alternative più valide, ce ne sono tantissime.
Ma soprattutto questa storia mi ha confermato che bisogna stare molto attenti sia a spedire in rete una ricetta che a discriminare tra la marea di input di ritorno.
Secondo me l'idiota che ha scritto sta schifezza non si è nemmeno reso conto che la sua immonda creatura sarà visibile a tutti e che probabilmente verrà rifatta/riproposta da qualcun'altro che oltretutto nemmeno conosci e che ti tirerà addosso tutti i santi del calendario e al quale farà sprecare soldi e tempo.
Il che avvalora ulteriormente la mia duplice tesi.
1. in rete c'è tutto il contrario di tutto e bisogna stare attenti
2. mater cretinorum sempre incinta est
Ah ovviamente l'ultima considerazione: se siete a dieta state lontani dai dolci!!!!
Semmai un giorno Alex si decidesse a rilanciare un ciofeca's award io sarei di sicuro in pole per la vittoria, il che mi consola.

43 commenti:

JAJO ha detto...

E si... mo' te le inventi proprio tutte per vincere tutti i contest di internet !!! hahahahahaha
Comunque hai ragione: ma fare un bel cake a tua suocera infilandoci di straforo un paio di uova e dirle che non c'erano ? hehehehehe

francesca ha detto...

Beh mi sembra il dolce ideale da preparae per una suocera! Condito magari con un bel sorriso!
francesca

Lory ha detto...

AHAHAHAHAHAHAHAH sei grande!!!

furfecchia ha detto...

ahahahah!!!!!!
mitica!

Lo ha detto...

urca....ti sei innervosita...io però una torta caruccia senza uova l'ho fatta..ma ho messo l'amido di mais che le sostituisce....
bacissimo

Gunther ha detto...

quando mi dicono fammi un dolce senza uova, senza farina, senza zucchero, senza cioccolato gli mollo..... la gelatina fatta con lo sciroppo colorante! ciao :-)) ho visto il tuo post sull'allattamento volevo farti i complimenti non sono potuto intervenire, volevo solo aggiungere che non c'è una persona di riferinento negli ospedali in teoria tutti in pratica nessuno. Spero tutto ok? cresce bene?

stelladisale ha detto...

beh si capita di trovare delle ricette bidone, mi è giusto capitato pochi giorni fa qualcosa di simile e c'eran pure le uova, io poi penso sempre di avere sbagliato io qualcosa se mi capita...
però non sono molto daccordo sul fatto delle uova, è possibile fare dolci vegani buoni, per esempio ho fatto dei muffin che sono nel blog che erano buoni (giuro!) e lievitati benissimo anche senza uova, e oltretutto eran pure senza zucchero... :-)
bacioni

LaGolosastra ha detto...

eppure secondo me un modo lo trovi. Forse utilizzando yogurt + liquido?
Alla tua suocera un cake al latticello di alex non garberebbe?
Dei muffins senza uova?
Io lo so che certi dolci sofficiosissimi non me li posso permettere (senza uova né latticini) ma proprio non mi rassegno a NON mangiare dolci!

Claudia ha detto...

Jajo mi ha preceduto alla grande oramà vuoi vincere tutti i contest ahahahahah
comunque ti appoggio in pieno e sono felice di leggere sul tuo blog e non il link di altri
:P
...sono a dietaaaaaaaaaa
*

enza ha detto...

stella è questo il punto.
a me non sembrava sbagliata negli ingredienti, se ci pensi yogurth zucchero farina e lievito ma nel modo di procedere.
anche io ho pensato al mio limite ma la ricetta secondo me fa acqua da tutte le parti.
questo è il punto.
che i tuoi muffin siano buonissimi e che i vegani riescano a far magie son sicura ma il problema rimane sempre il bidone che se pubblicato in un sito "ad alta tiratura" fa parecchi danni.

enza ha detto...

no cri non intendevo questo.
la dieta dimagrante è un conto e in quel caso puoi rinunciare non è lo stesso per regimi alimentari da intolleranze che devono durare per tutta la vita.
il punto è che ogni qual volta che pubblichiamo qualcosa lo facciamo assumendoci una responsabilità ed è chiaro che ognuno opera secondo coscienza.
ecco, chi ha pubblicato sto bidone è un'incosciente.

enza ha detto...

lo lì per lì m'è venuto da ridere, come...una gallina senza uova! ma poi mi s'è accesa una lampadina, interessantissima questa cosa dell'amido.

Claudia e Jajo siete due perfidi.

comunque il modo migliore per affrontare questi argomenti è ridere ridere ridere.
e io francamente nel cercare il pretesto per divertirmi sono una professionista.

povera suocera lei non c'entra, la sua buona fede stava per essere carpita dauno spacciatore di ricette farlocche.
io l'ho solo salvata:)

lenny ha detto...

Sto seguendo un'idea di dieta o meglio cerco di ben considerare quello che mangio e nel tentativo di provare qualche dolce poco calorico, ho sperimentato una mousse senza latte ... impresentabile!
Credo proprio che mi fermerò!
Non vedo perché sprecare tempo, energie e false aspettative …….

enza ha detto...

lenny ma sai che sto riconsiderando questo dolce? quasi quasi faccio un edit e lo riabilito ma come "far breton" :D

Diletta ha detto...

Infatti, il problema è che non tutte le persone che pubblicano ricette on line sanno di avere una responsabilità nei confronti di chi le leggerà. O quanto meno, non pensano che anche il postare una ricetta sia una responsabilià. Alcuni lo fanno tanto per fare ed è la superficialità del gesto che fa girare le balle.

Un sorriso che i coglioni sono più di due,
D.

cavoliamerenda ha detto...

perfettamente d'accordo su tutta la linea, pur postando spesso dolci a basso indice glicemico.

Una ricetta ben riuscita di quelle "senza senza senza" l'ha postata Fiordilatte, si chiama torta quasi vegana, magari puoi farla provare a tua suocera...

@lenny: perché fare una mousse senza latte quando ai fini della dieta il problema è semmai lo zucchero?

sunny ha detto...

anche a me erano venuti in mente il cake al latticello di Alex ed i muffin..ed anche a me è capitato spesso di incappare in siti e blog di fama indiscussa e di provare 2 0 3 ricette apparentemente "provate".
proprio così, perchè secondo me è questo il punto. a volte secondo me scrivono le ricette semza nemmeno provarle e per le foto.....
beh, sinceramente mi sono fatta l'idea che qualcuno passi prima in rosticceria o pasticceria e poi vada a casa a fare il book fotografico!! ecco, l'ho detta tutta finalmente e mi sento più leggera :-DD

natalia ha detto...

tutto bene? le tue ragazze, la prima delle mie l'11 diventa maggiorenne, ci pensi come passa il tempo dai che fra un po'... beh, vuoi sapere il colmo, tra tutte le cose divertenti e gustose che metto nel blog (modesta vero?) il post più cliccato in assoluto è quello di una torta senza latte, senza uova e senza burro...incredibile . l'avevo preparata per un esigenza precisa, e non era venuta niente male!

fiordisale ha detto...

bè ma non sarebbe stato più utile fare il nome o lasciare un commento da lui? Pensa a quante altre potrebbe fregare e anche solo per il fatto di dover lavare inutilmente la ciotola del mixer mi girerebbero.

Sul forno invece (perlomeno col mio) ho segnali opposti, se lo mettessi a 160°C otterrei i tuoi risultati anche con ricette collaudatissime. Mi ci vogliono 180°C iperventilati per ottenere qualcosa di commestibile.

Giò ha detto...

concordo con Fiordisale, sarebbe il caso di dirlo al soggetto che ha inventato questa improponibile ricetta...... ci sono siti seri con ricette vegane o per intolleranti al lattosio con dolci "senza" che funzionano alla grande!

silvia ha detto...

Enza ho pensato anch'io che stai cercando di vincere tutto! e dopo le risate che come al solito mi strappi voglio dire la mia. concordo sul fatto che molti blog postano ricette non provate. mai neanche controllate. può capitare un errore nel trascrivere ma si vede secondo me se c'è dietro autentica passione e non un postamento selvaggio. ora, io non sono una food blogghe io sono una mogliechefaquellocheriesce a fare e metto nel mio quotidiano tutte le ciofeche e le cose che realmente mandio e preparo. io faccio la torta di mele senza burro, olio o grassi. un solo uovo e anche senza uovo viene buona. e poi c'è questa
Bil Bol Bul (Ciambellone al Cioccolato) d
Ingredienti
100 gr. di cacao amaro
200 gr. di farina
250 gr. di zucchero
4 gr. di cremore di tartaro (si compra in farmacia)
4 gr. di bicarbonato
1/4 di litro di latte
scorza di limone grattugiato


Preparazione
Unisci cacao, farina e zucchero, scalda appena un po' di latte e scioglici dentro le polverine: prima il cremore e poi il bicarbonato che comincerà a far lievitare il latte, poi versa tutto nel misto di cacao-farina-zucchero e gira fino ad ottenere un composto cremoso abbastanza liquido (se necessario aggiungi del latte).
Imburra uno stampo e passaci anche della farina; e poi inforno per 40 minuti a 180°.


io la faccio. mi piace la consistenza. la taglio col coppapasta e ci metto sopra gelato e cioccolato fuso. falla alla suocera
no diet ma bbona!
comunque enza...io ti lovvo!

Alessandra ha detto...

Senti Enza, quando ho letto il titolo del post mi e' venuto un colpo! Che! Mi vuoi far rovesciare il te sulla tastiera????????

Per fortuna era solo un dolce!

:-) XXXXX

enza ha detto...

bene, tutte le ricette le giro alla suocera e già che ci sono le provo anche io.
Anna, sul discorso foto e ciofeca e ricette bidone non so se si arriva a comprare in pasticceria per fotografare ma so per esperienza che le foto tirano fuori il lato fotogenico di qualsiasi cosa basta essere bravi a fotografare appunto.
Non credo di voler segnalare la cosa perchè troppe sarebbero le segnalazioni e in fondo questo mio intervento ha il senso della riflessione personale.
Non ho mai pubblicato qualcosa che prima non abbia sperimentato e fatto personalmente, poi magari è una questione di gusti però l'ho sempre fatto pubblicando anche le ciofeche e dichiarando la loro natura pessima.
e questo episodio mi conferma che è assolutamente così che bisogna comportarsi.
immagino che in giro di questi bidoni che ne siano a bizzeffe.
Gi, il tuo forno e le vostre lotte! me ne ero dimenticata, uaaaaaa.
Ale, tranquilla abbiamo messo un tappo :D

Tina ha detto...

Evviva la sincerità! Hai postato qualcosa che tante di noi non avrebbero fatto,... certo perchè si cerca sempre di proporre cose buone, anzi eccellenti. Chi avrebbe il coraggio di confessare d'aver preparato qualcosa che poi è finita nel bidone? Poche.... una di quelle sei tu! Complimenti per la sincerità!

Saretta ha detto...

Ho colto il senso..non vale pubblicare cose fake!Io di cuiofeche en ho fatte ma mi sono sempre autosmascherata, onestà intellettuale no?
Da ragazzina ho fatto tante di quelle torte sbagliate...;)
Congratulazioni per la Garofalo!!!
abci

Marika ha detto...

Il tuo almeno non ha assunto quel colorito bluastro come il mio famoso plumcake con il succo di mirtilli ... e guarda che io la ricetta non l'avevo letta da nessuna parte, peggio: me la sono modificata ...
sarà stata la stessa cosa dello scimunito che ha pubblicato la tua ricetta?
Delusione per delusione avrà pensato di condividere il peso delle sue incopetenze con qualche malcapitata come te ...
meno male che esiste il buon senso. Se mi dovesse mancare ti vengo a cercare!
MArika

silvia ha detto...

io!io ho postato la mia sbobba di passatelli ah ah ah...ma siamo belle noi con i nostri difetti e le nostre passioni e il nostro indignarci. e non riesco neancheascrivere.
te l'ho detto che ti lovvo? te ridico.

Ciboulette ha detto...

Ecco il motivo per cui mi viene la febbre ogni volta che devo cercare una ricetta in rete, e perche' alla fine spero sempre di trovarla sui blog di cui mi fido da tempo.
A suo tempo trovai un sito per ricette senza uova, ma non ne ho mai provata una: anche nella torta lemon cocco del cavoletto che non prevedeva le uova (e forse era buona anche cosi', ma non so) non ho resistito e ce le ho messe, facendo una riflessione molto piu' leggera della tua sulla loro necessita negli impasti "sponge".

Bacio :)

Virginia ha detto...

Enza ma perchè cavolo io non prendo mai ituoi feed? Lo so che te l'ho detto milioni e milioni di volte ma questa cosa me le fa proprio girare.

Sul "senza senza" -eccetto i casi di intolleranze- sono totalmente d'accordo con te.
Se vuoi dimagrire, non mangiare dolci. Punto e basta.
E il fatto che uno abbia delle intolleranze non lo autorizza a divulgare un prodotto orripilante.

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Anche a me non mi prende i tuoi feed.

Vada per 1 "senza" nelle ricette, ma già quando ne vedo due o addirittura un senza uova, senza farina e senza latte e magari anche senza burro mi viene una gran tristezza che neanche oserei provarla una ricetta del genere. Poi magari son buone lo stesso, ma a volte mi sembra una gran esagerazione voler sostituire per forza tutto. Chi è intollerante spesso sa meglio di tutti con cosa sostituire gli ingredienti.
Trovo anche io che abbiamo una responsabilità verso chi ci legge e chi prova le nostre ricette e personalmente mi incavolo quando trovo siti o libri in cui ripetutamente non funziona mai nulla senza adottare delle modifiche dettate. E non son pochi.
Intanto ti registro già per il prossimo ciofeca's day

Lo ha detto...

si si l'amido di mais funziona, io ho anche provato con ricette tradizionali modificate perchè la gallina aveva dimenticato le uova....anche la banana fa lo stesso effetto...provato uguale...solo che ha il difetto di sapere di banana...
p.s. la prima volta che ho provato non avevo nemmeno un goccio di latte (dimenticato vicino alle uova) e ho usato il tea verde!!! va a dire a quello là che è un pisquano! ;)

Daphne ha detto...

Secondo me ti è semplicemente capitata la ricetta sbagliata :)
Prima di scoprire la mia intolleranza la pensavo come te, impossibile fare dolci senza questo o quello..o per lo meno, impossibile che siano altrettanto buoni.
Ho sperimentato parecchio ma oggi posso dirti di aver imparato i trucchetti per ottenere un buon dolce "senza", senza tralasciare il gusto.
Sono intollerante al nickel, ho un'amica celiacae e un amico intollerante al lattosio :D
Chi più ne ha più ne metta, mi piace renderli felici preparando qualcosa di buono anche per loro ;)

Prossimamente pubblico la ricettina di un dolcetto gluten/lattosio- free ^_^
Ci sono tante ricettine poco valide in rete, son daccordo con te...ma non tutte :))*

Ely ha detto...

bellissimo post e ho fatto pure io questa scoperta... quindi anche se a dieta mangio dolci veri e non mi lamento! baci Ely

fiordisale ha detto...

@virginia viva la faccia! La penso uguale uguale a te. Se è una questione di dieta, meglio rinunciare e basta (senza dolci non si muore). Se invece è una questione di intolleranze vere allora esistono in commercio persino dei libri molto affidabili coi senza-senza-senza. Missà che prima o poi ne collaudo qualcuno. Già Montersino è sulla buona strada da anni.

Virginia ha detto...

Fiordisale, e' vero! Ho appena preso 'Croissant e biscotti' di Montersino e devo dire che e' proprio un figo.

LAle ha detto...

sono assolutissimamente d'accordo con te!!! io non pubblico mai niente se non sono sicura al 100% di cio' che scrivo e della ricetta che faccio!!! buona domenica enza!!!!!!!!

Dodò ha detto...

ottima valutazione! i dolci se si possono mangiare bene, senò inutile cercare alternative a ogni costo! anche perchè poi si rischia di buttare tutto e non è mai una cosa buona!

Artemisia Comina ha detto...

ahhhh, sono tutta un rossore (già alle otto di mattina!): uso il mixer molto spesso per mescolare gli ingredienti (quelle belle frustine di cui parli non le ho; pur essendo sempre sull'orlo di procurarmele) e metto il forno a 200° molto spesso...(sospiro: il vecchio forno di cui conosco gli umori, e da cui mi dovrò separare....chissà il prossimo che vorrà da me). aggiungo una considerazione: non vi capita che rifacendo una ricetta non venga esattamente come la ricordate? insomma, una ricetta sotto vero controllo andrebbe rifatta almeno due volte; ma questo comporterebbe un vero cambio di mestiere :DD
certo, il "non esattamente" non comporta la ciofeca da lanciare dalla finestra :)). eppoi ancora una considerazione: è una bella soddisfazione quando da una prima semi-schifezza o qualcosa di così e così alla seconda prova con qualche accorgimento viene una cosa veramente buona (magari perchè ti decidi a dar retta al cuore - o al cervello. vedete voi - e fai quei combiamenti che ti stavano dettando già da prima).

enza ha detto...

l'ho capito la rifaccio :D
però ad onor del vero poteva essere assimilata ad un dignitosissimo far breton.
alla fine l'abbiamo pure mangiato.
ma si sa...

emilia ha detto...

Oh mamma che buona torta !! Aahah...questo vuol dire che bisogna sempre seguire il proprio pensiero !!
Buona giornata :-)

Rossa di Sera ha detto...

Bellissimo il tuo post, sei fortissima!!!
Ti aggiungo subito fra i miei preferiti, devo avere questa ventata di ironia e umorismo!
Un bacion e!

La cuoca Pasticciona ha detto...

Ma Vincenza.. allora siamo in due aspetta che pubblico il mio primo pane e ti piegherai in due dalle risate.. é stata una completa schifezza... sei una bomba di donna e di mamma... bacetto dolce
P.s. non tutte le ciambelle vengono con il buco.. ;)

Fiordilatte ha detto...

Ciao enza,
è il primo messaggio che lascio qui da te :)
Anche io ho provato tempo fa a fare una base senza senza senza. Non era tremenda eh ma sapeva di poco e sono finita per inzupparla di caffé e farcirla con crema pasticcera O_o. Niente da fare i dolci con tutto sono più buoni e appagano il palato.
Ho capito sai di che ricetta parli, frequento quel forum :) io non mi fido delle ricette non fotografate! chissà se l'aveva mai provata... però nella discussione leggo di una persona che l'ha fatta e dice che è buona, forse con una temperatura più alta la torta diventava mangiabile? non dico 200 ma un 180°C almeno...

Parlando di dolci senza uova nel forum va alla grande questa:
http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=114697
e se guardi quante persone l'han provata sembra essere buona ecco :)