domenica 2 maggio 2010

i biscotti al cioccolato e l'etichetta dello shampoo


Evabbè.
Capitano questi periodi un pò così nè carne, nè pesce, nè freddo, nè caldo.
Il blog è il primo a risentirne, come sempre.
Ok c'entra poco con il titolo e sono certa penserete che non sono semplici biscotti al cioccolato ma chocolate crinkles.
No invece avete letto bene, innanzitutto perchè i chocolate crinkles sono biscotti al cioccolato e poi perchè la ricetta, per una volta, proviene da un libro sul cioccolato di slow food editore.
Li ho fatti in occasione del mercatino di Roberto Potito e li ho trovati perfetti per smaltire il cioccolato avanzato dalle uova di pasqua.

Già e lo shampoo?

Il foodblogger è un maniaco ossessivo compulsivo, maniaco delle tazze, tazzine, coppettine, tazzulelle, piatti e piattini, pentole, quartare, padelle, tegamini e poi asciugamani, tovaglioli, tovaglie, sottopiatti, tovagliette e...libri, riviste...

un collezionista sfegatato.

Parte del mio metro cubo di libri e riviste compreso il libro in questione trova posto in bagno l'unico posto pseudo tranquillo della mia caotica casa.
E poi...chi non ha mai letto l'etichetta dello shampoo al bagno?

BISCOTTI AL CIOCCOLATO

(tratta dal libro "Cioccolato" Food Editore per la Cucina del Corriere della Sera)

- 100 gr cioccolato fondente

- 50 gr burro

- 55 gr zucchero

- 1 uovo

- 1 baccello di vaniglia

- 110 gr di farina 00

- 15 gr cacao amaro in polvere

- zucchero a velo

- 1/2 bustina di lievito per dolci o un cucchiaino raso di baking powder

- un pizzico di sale

Fondere il cioccolato spezzettato con il burro, io l'ho fatto a bagnomaria utilizzando l'utilissima caccavella a marchio ikea. Quale? Questa!
Unire lo zucchero, la vaniglia e l'uovo e mescolare.
Nel frattempo setacciare insieme la farina, il lievito e il cacao .
Versare nel cioccolato e mescolare.
Preriscaldate il forno a 160°C e foderare con carta da forno una placca.
Fare delle palline con il composto, e "infarinare" nello zucchero al velo.
Io ho usato lo scavino rotondo per avere biscotti di dimensioni omogenee.
Infornare per circa 20 minuti e sfornare quando la superficie del biscotto risulterà appena solida al tatto.

41 commenti:

BreadandBreakfast ha detto...

è verissimo, ho sempre letto non solo l'etichetta dello shampoo ma anche quelle di tutti i barattoli a portata di mano presenti dentro al mobiletto del bagno! e come te condivido il problema di dove mettere la caterba di food-oggetti e libri collezionati...al bagno non ci avevo pensato ma può essere un'idea ;) biscottini deliziosi!

LaGolosastra ha detto...

ahahah, per me è SACROSANTA in bagno la presenza della settimana enigmistica e di una penna che scriva meravigliosamente.
Le etichette sono la 2^ scelta, quando non ho più schemi da completare (e ahimé qui mi è nata anche la malsana passione per gli INCI così ho buttato via tante di quelle schifezze che albergavano sulle mie mensole...). Da piccola ricordo ancora QUANTE volte ho letto e riletto la scatola del detersivo in polvere OMO, che era parcheggiato sul davanzale della finestra accanto al wc della casa in montagna ;)

Detto questo, non parrebbe bello pensare ai biscotti al cioccolato, ma siccome mi sembrano proprio sfiziosetti (e io sono in astinenza da cioccolato) non posso che esprimere il mio apprezzamento ;)

BUONA DOMENICA ENZINA BEDDA!

comidademama ha detto...

Io invece ho il mio comodino e il mio armadio dei vestiti pieno di libri.

mi piace tanto il termine caccavella!
Questi biscotti sono da sbattersi per terra, invece!!!

Latito dalla rete, lavoro troppo e le giornate sono piene e intense. Vi penso assai!

anna ha detto...

Enzuccia anche io in bagno ho una cesta con riviste e libri di cucina!!!! Non parliamo di caccavelle varie, in Thailandia sono riuscita a comprarmi l'impossibile :D. Siamo pazze???? Boh!!!!!
Un abbarccio forte
Anna

Cristina ha detto...

è verissimo enza, le letture in bagno possono essere le più disparate a seconda di cosa capiti sotto mano...io sono arrivata a leggere i bugiardini delle medicine... ottimi questi biscottini come ciocco-riciclo!

Giuky ha detto...

che bontà questi biscottiiii!!:)
credo proprio che li farò..:)ideali per colazione merenda e fuori pasto!:)

Ely ha detto...

splendidi!!!! e bella anche la caccavella :-))) baci Ely

Alessandra ha detto...

Sì sì l'etichetta dello shampoo l'ho letta un milione di volte anche io... Quando mi capita di andare in svizzera è fantastico perché è scritta in tre lingue. Le leggo tutte e tre ad alta voce anche se non parlo una parola di tedesco! è una cosa che mi è rimasta di quando ero piccola e che faccio solo se sono sicura che a casa non ci sia nessuno a sentirmi... :-)
Complimenti per questi biscotti buonissimi!
a presto,
Alessandra

Rosa's Yummy Yums ha detto...

Wonderful little cookies!

Cheers,

Rosa

Elga ha detto...

Io le leggo sempre!!! Mentre faccio il bagno mi rilasso e leggo cosa contengono i vari shampoo e bagnoschiuma che ho acquistato mentre mi facevano l'occhiolino! In effetti sono una food addited ma anche body dipendente, nel senso che creme, shampoo, bagnoschiuma colorati, luccicanti e profumati minano sempre la salvaguardia dello stipendio:))
Un bacio

artemisia comina ha detto...

li mangiai. grande buonezza. se non entreranno a far parte dei pochi biscotti che cucino, peste mi colga.

PS: sono così fondenti, che potrebbero far parte delle friandises fine cena. che ne dici se si fanno grandi la metà?

dolceamara ha detto...

:D simpaticissima. in effetti le etichette dei detersivi e shampoo sono bella lettura in bagno.
ottimi questi biscotti.

Mariluna ha detto...

acci..acci...t'avessi letto prima!!! rientro giusto da l'Ikea e questa caccavella non l'ho vista!

Gli shampiiii si a memoria :)

natalia ha detto...

io spargo libri ovunque..e leggo tutto ma non con lo stesso piacere ! Che buoniiii!

Sere ha detto...

ahahaahhaha che ridereeeee :))))
mi è subito venuta in mente la mia pila di riviste varie... passo dalla cucina, alla tecnologia, a quelle per bimbi sani e belli ed infine il topolino... ahahahahahah
Ora però c'è anche l'Iphone che tra facebook e il google reader mi ruba parecchio tempo alla lettura su carta! :)
Giuro che ora non sto commentando dal bagno!... :)))
Ottimi biscotticoccolosi, ma qui, sono banditi... almeno x un tot di mesi! La dieta è d'obbligo e la Sere è ligia! :)
Ti abbraccio, anzi VI!

Genny G. ha detto...

ammetto di leggere l'etichetta dello shampoo...:DDD e nn mentre faccio la doccia:D

Alessandra ha detto...

mmmmmah! quando mi riparano sto forno!!!E poi ho una voglia di biscotti al cioccolato...me li tengo per dopo :-)

XX
A.

Alem ha detto...

ah ahah ah!! Io sempre, e non solo quella dello shampoo!!
ottimi questi biscotti!

Gaia ha detto...

ps.
i gli ingredienti dello shampoo li ho imparati a memoria, come le offerte della coop e i prezzi delle case in affitto, tutti rigorosamente posti (ancora per poco, che tra una paio di settimane il bagno lo distruggeremo) in un portacoperchi made in ikea trasformato in porta letture da WC.
;-)

silvia ha detto...

li aspettavo da mò e se avessi fatto un giro in rete ieri li avrei fatti al volo. invece ho stirato e va bene listess.
da sempre uso il bagno per selezionare le pagine delle riviste da conservare. ricette, pavimenti, mobili. così nel bagno ho pile e pile di riviste e pile e pile di fogli da archiviare. acc. a casa mia da piccina tutte le etichette del bagno. tutte tutte. compreso il perborato. due braccia per 4 ragazze sono poche quindi il mio abbraccio è "corale"

Scribacchini ha detto...

Quanti mi piacciono queste tue associazioni di idee ;-))))
Ecco, da noi il bagno è l'unica stanza (ancora) senza libri ma il garage no! Quanto alle etichette... posso entrare nel club anche se leggo solo le ricette su qualsiasi confezione, bicarbonato compreso?
Baci e abbracci assortiti.
Kat

Gloria ha detto...

Ahah, anche io leggo sempre le etichette, tant'è che mi sono fatta una mini cultura sugli inci! Prendo un paio di biscotti, ok?!

Saretta ha detto...

Oddio che ridereeeee!!!Mi sa che siamo accomunate dalle stesse usanze ;)
I chocolate crinckles devi rifarli sono ottimi!
bacione

sara b ha detto...

ahahah non ho mai avuto l'abitudine di mettere riviste o simili in bagno, ma è proprio grazie alle etichette dei saponi che son diventata una fissata delle etichette in genere! :) quanto ai biscotti, ho pure io cioccolato di uova da riciclare, che fo: scopiazzo? :D

Laura ha detto...

Enzina, no ricevo neanch'io i tuoi feeds da blooger. Chissa' perche'. Ti riaggiungo alla lista. Che belli questi biscotti.

CIAO!

Scribacchini ha detto...

P.S.: Fatti ! E pure fotografati quindi presto ne avrai la prova ;-)
Smack. Kat

enza ha detto...

io con le risposte ai commenti sono una vera e propria frana.
mi divertono tutti mi fan sorridere e pensare.
copiate diffondete divulgate, quale sarebbe la più grande delle soddisfazioni se non questa?
artè mi sembravan già abbastanza piccolini, volendo si potrebbero fare ancora più piccoli ma temo non regga poi il nucleo centrale.
insomma, ragazzi, brothers and sisters in bathroom.

cri, la settimana enigmistica con la penna dal tappo smangiucchiato come da copione era di mio nonno Salvatore :)

beh insomma, lo so che non sarebbe bello aprlare delle proprie abitudini ma è esattamente così che è andata insomma real life scritta.

e speriamo che queste parole rimangano per sempre nell'etere o dentro qualche fibra ottica, mi fa fatica tenere la penna in mano ed ho scoperto invece una buona velocità delle mani sulla tastiera nel correre dietro ai miei pensieri e quindi non restache la rete....

Ciboulette ha detto...

effettivamente i ccc SONO biscotti al cioccolato, solo infarinati si zucchero a velo, come questi, e con un nome impossibile :)

Ops, ora che mi ci fai pensare, ho lasciato la povera Donna Hay accanto al panierino con le creme idratanti nella bathroom, che ne dici, se ne avra' a male??? :))

enza ha detto...

ma no al limite si fa un pò di lifting con la crema, tranquilla.
però belle amiche...adesso m'è venuta la curiosità sugli INCI, ma che sono???

Elena, assente ma sempre presente tra noi comida è comida
Laura ogni tanto capita, contenta che tu mi abbia aggiunta di nuovo, sarà legato alle aggiunte alla mia blogrol? boh :)
come va il tuo rooster?

Castagna ha detto...

Ahahah mi hai fatto morire....è vero, chi non ha letto l'etichetta degli shampoo?
Le riviste eprò no, quelle se ne stanno in camera...non ho altri luoghi....

PS sono passata su un nuovo blog, ma sono sempre Castagna...passa a trovarmi, mi farebbe MOLTO piacere

terry ha detto...

Post simpaticissimo!... io non rientro tra quelle che leggono in bagno... ma mi perdo a leggere libri di cucina e non solo ovunque... e pure le etichette (passione per i prodotti naturali e amo studiare i codici INCI)!:)

stupendi biscotti!:)

terry ha detto...

Post simpaticissimo!... io non rientro tra quelle che leggono in bagno... ma mi perdo a leggere libri di cucina e non solo ovunque... e pure le etichette (passione per i prodotti naturali e amo studiare i codici INCI)!:)

stupendi biscotti!:)

enza ha detto...

adesso con sti inci m'avete levato il sonno!!!!

Valeria ha detto...

se le tue letture sono cosi proficue, attendiamo con ansia le prossime!!!

Claudia ha detto...

mi facisti ridiri e ti sbaciucchiu pi chistu!
*
cla

Lory ha detto...

Io invece in bagno non leggo proprio nulla,anzi esco il più in fretta possibile,mentre cè chi si legge anche le etichette degli asciugamani ;-))
I biscotti fatti tempo fa con un'altra ricetta,i tuoi però mi sembrano più cicci ;-)

P.S Senti ma hai visto che ha nevicato dopo la telefonata?
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
Tranqui ci riprovo AHAHAAHAHAH!

enza ha detto...

ti aspetto :)
anzi, per evitare altri disastri metereologici, telefono io.

Edda ha detto...

Enza stai svelando i nostri segreti e le nostre manie? ;-) Intanto mi prendo un biscotto (non in bagno)
Bacioni e buon inizio settimana!

Claudia ha detto...

li fici, boni sunnu!
:D
cla

Keratin ha detto...

good job..

enza ha detto...

thanks ;)