giovedì 19 marzo 2009

MOIGE e una storia raccapricciante


(immagine presa da http://www.genitori.it/)

Domenica scorsa io e le mie bambine stavamo guardando un film da ragazzini su Italia 1.
Piena fascia protetta.
Ed ecco che al primo stacco pubblicitario vien fuori la pubblicità di un videogioco per la playstation di una violenza inaudita con immagini che non ritengo adatte nemmeno per un pubblico adulto.

Bubboni, sparatorie, sangue dappertutto.
Ovviamente cambio canale.
Aspetto, torno indietro e sfiga vuole che ci sia la pubblicità di CSI, notoriamente non proprio da bambini.

A quel punto divento una bestia.
E cerco di trovare un qualsiasi posto sul sito dell'Authority dove poter fare la segnalazione.
Niente, un labirinto allucinante, nemeno un link un ufficio relazioni con il pubblico, niente di niente.

Per fortuna un mio amico mi parla del MOIGE, Movimento Italiani Genitori all'indirizzo http://www.genitori.it/ e finalmente trovo quel che cerco.

Vi prego vi prego vi prego, non piazzate i figli davanti alla televisione senza essere almeno nei paraggi.
Scegliete con loro i programmi.
Non mettete la televisione in camera dei bambini.
Insomma tenete gli occhi aperti!!!

Ed inoltre da oggi troverete il link sulla mia sidebar.
Per favore passate parola.

22 commenti:

Lo ha detto...

come hai ragione...in particolare la pubblicità che hai visto...è orribile...ma è veramente uno schifo...ti appoggio e vado a vedere il link! grazie

Sere ha detto...

che schifo... mi fa paura tutto questo!

giulia ha detto...

Hai pienamente ragione...
Io per un periodo della mia vita ho fatto cartoni animati, creando storie adatte ai bambini dovevamo stare attenti a mille cose, a sfumature impercettibili e poi per fattori commerciali l'emittente non guarda in faccia a nulla, pensando solo a vendere spazi pubblicitari a maggior costo...
ciao giulia

Saretta ha detto...

Non sno genitrice ma, concordo pienamente con te.Ed appoggio la tua campagna..sarà che quando ero piccola io alle 20.30 dopo i cartoni tutti a nanna...

Elga ha detto...

Parole sacrosante le tue, metterò il link pure io, da mamma di tre ciroli lo devo a loro e atutti noi genitori!

Fra ha detto...

Ormai la tv fa schifo in ogni senso! Hai fatto benissimo a protestare
Un bacio
fra

Lisa ha detto...

ti capisco, ho pensato la stessa cosa quando ho visto quelle scene!!!!

Tamara ha detto...

Ho 3 bimbe e qui si va a DVD. Nei rari casi di TV 1) niente tg
2) niente pubblicità. Bisogna pure contrastare che vuole plasmare i nostri figli, no? Vediamo chi vince! Enza tenerissima, un caro abbraccio.

Val Tidone ha detto...

La televisone è uno schifo, ma internet è molto peggio!

Si trova tutto quello che un bambino non dovrebbe mai vedere e non c'è filtro che funzioni.

Unica soluzione è proibirne l'accesso in nostra assenza.

comidademama ha detto...

noi siamo senza tele

enza ha detto...

lo so Elena, infatti ti ho pensato.
Il punto è...io non voglio proibire niente a nessuno anche se mi ripugna pensare che a qualcuno possano piacere certi generi.
io vorrei soltanto che non i trovasse il solito escamotage commrciale e che comunque la fascia oraria della fascia protetta potesse essere allargata almeno fino alle 20.30 le 19.30 mi sembra un orario ridicolo.
Vorrei che le persone che programmano abbiano il pelo sullo stomaco (e i figli piccoli a casa) e si pongano dei problemi.
vorrei non dover andare di DVD come tamara, che cosa farò quando finirà il tempo di winnie pooh?
comunque vi ringrazio tutti quanti.
pS vado a vedere se son pronte le sfogliatelle.
:)))

natalia ha detto...

Cara Enza penso sia capitato a tutti ! E' un vero lavoro di telecomando ! Lasciamo perdere il tg.
LE SFOGLIATELLE !!!!!!???????

enza ha detto...

vai su flickr.....

federica ha detto...

grazie Enza di aver trovato quel link, tempo fa lo avevo cercato per protestare contro il programma "real tv" che alle 19,30 fa vedere scene di omicidi VERI ma anch'io mi ero persa nei meandri dell'authority. i miei figli sono grandi, ma quand'erano piccini vedevano solo Mac Gyver e per il resto del tempo...giocavano!cmq funziona, non sono per niente teledipendenti!continuiamo a lavorare, non lasciamo che siano altri a decidere per noi!un saluto a tutte Federica

Ciboulette ha detto...

sono cose davvero gravi....tra l'altro quando mi è capitato di stare a casa di pomeriggio, ho vistoche i programmi pomeridiani (RAI!) sono un continuo ammiccamento al sesso, quando va bene è solo un ammiccamneto...
non sono bacchettona, ma uno suppone che alle tre o alle quettro del pomeriggio si mantengano un attimo....

Adrenalina ha detto...

Ti capisco tesoro, vorremmo poterli proteggere da questa schifezza di mondo che si troveranno e credo che se ci sforziamo tutti di tenere aperti gli occhi e di far sentire la nostra voce forse qualcosa riusciremo a fare. Io dalla mia ho preso sky anche per questo, Andrea vede il canale Disney dove di pubblcità non c'è nè e quando guarda qualche altro canale io sono pronta con il telecomando in mano per cambiare. Certo sui canali per bambini passa solo pubblicità di giocattoli, ma credo che anche questo non sia propriamente educativo. Soluzione? Cercare di fargli guardare il meno possibile la televesione, ma a volte è un'impresa. :(

Mariluna ha detto...

Ohhh, Enzuccia cara, bella segalazione ne prendo appunti anche se i miei figli non guardano molto la tv...:-)

Sandra ha detto...

È proprio un disastro. Ricordo i nostri programmi Tv con tenerezza.. Pippi calzelunghe, soprattutto Heidi ( un pochino meno) e tutta quella Tv in bianco e nero che ci faceva sorridere.
Un abbraccio e sono solidale con te cara mamma!
un abbraccio

fiordisale ha detto...

ottima segnalazione, tutti dovrebbero fare così e forse (sottolineo il forse) si eviterebbe che ragazzini di 15-17 anni piombano nelle scuole a far stragi.
La verità è che la gente pensa che libertà di scelta sia sinonimo di assenza di controllo.

Ely ha detto...

Enza come hai ragione!!!! e ti dico la verità io metto solo cartoni su cassetta o dvd e al sabato sera (solo al sabato sera) guardiamo tutti insieme un film che prendiamo in biblioteca, anche io appoggio, non fate vedere la televisione ai vostri figli, disegnate, cucinate, create con loro, una bella partita di calcio o una biciclettata, fanno molto meglio a loro e anche a noi!!!! grazie di questa segnalazione!
baci Ely

enza ha detto...

avevo detto in passato che tutti i commenti anonimi lasciati in questo blog sarebbero stati cancellati.
sul fatto poi che caro anonimo la tua posizione sia discutibile preferisco sorvolare.
se i bambini di 8-10 anni parlano di sesso e di violenza per te non è un problema affare tuo e dei tuoi (eventuali) figli.
non si sta parlando di machismo nè di ovattare la realtà ai nostri figli si sta parlando di metodi educativi, preferisco essere io a parlargli di certe cose piuttosto che le vedano attraverso la lente distorta della televisione.
detto questo spero non te ne avrai se provvedo tempestivamente a cancellare il commento.
se ti va di commentare ulteriormente sei sempre il benvenuto ma nell'ambito del rispetto dell'unica regola che ho imposto a casa mia. cioè che non ci siano commenti anonimi.
grazie.

e_alla_terza ha detto...

Hai fatto una grande cavolata ad andare dal MOIGE perchè è come per segnalare di un problema fra mille situazioni andassi a cancellare tutti i mille. Così agisce il MOIGE, fà di tutta l' erba un fascio, e non risolve per niente il problema della TV italiana. Ti consiglio di mantenere la calma e spiegare ai tuoi figli come funziona la vita, invece che scandalizzarti per una pubblicità di CSI. Poi se pensi che qualcosa sia immorale, glielo dici, ed esprimi la tua opinioni, ma non cercare di cambiare il modo in cui vanno le cose, perchè è immorale e stupido.