giovedì 13 marzo 2008

sic et simpliciter





che si fa se ti gira la testa, hai avuto la febbre e ti girano anche altre cose un pò più in basso e non si sa nemmeno perchè?
ora la torta c'è e c'è anche il cazzeggio fotografico.
adesso devo solo fare la prova del nove...editerò una volta avuta conferma.
L'ottavo segreto...come l'ottavo nano!

Come dite?
ah, si la torta.
Niente di che.
semplicemente la ciambella alla panna che si trova sulla busta della farina autolievitante.

- 250 gr di farina 00 o autolievitante
- 200 gr di zucchero
- 250 ml di panna fresca da montare
- 3 uova intere
- aroma a piacere, semi di vaniglia, un paio di cucchiai di rhum, buccia di limone quel che vi pare
- 1\2 bustina di lievito per dolci (se non si usa la farina autolievitante)

montare le uova con lo zucchero fino ad avere un composto spumoso, gonfio e biancastro.
aggiungere la panna e continuare a montare.
Aggiungere l'aroma scelto, la farina setacciata e il lievito

io poi ho diviso il composto in due metà una l'ho lasciata così e all'altra ho aggiunto un paio di cucchiai di cacao amaro.
L'idea era quella di fare una torta zebrata semplicemente mettendo i ripieni alternati a cucchiaiate uno sull'altro.
Vabbè, mi spiego meglio.
mettete una cucchiaiata abbondante (meglio due) di composto bianco al centro della teglia, su quello mettete analoga quantità di quello al cacao e poi sempre ponendo il composto al centro alternate i due.
Dovrebbe venire zebrata.
A me viene solo na' ciofeca da questo punto di vista.
Le mie bambine la chiamano torta Tigro e va bene così.
In forno a 160#C e prova stecchino.

10 commenti:

Lory ha detto...

Io le ho fatte girare proprio ieri,nn hai visto il post?
ahahahah!
Questa la faccio alle streghe..Ccidenti ma nn ti sei ancora ripresa?
Uno sacagnotto stretto stretto!

Claudia ha detto...

sei arraggiatissima Enzù che c'è?
ottima torta di sicuro
:*
...speriamo che non morda
ahaaha

alessia ha detto...

Enzaaa ho appena postato una torta al cioccolato con la glassa come la tua torta che facciamo prestami la torta che con la mia glassa ci sta benissimo!!! Buona!!!! Brava

Moscerino ha detto...

ma che succede??? mi raccomando che ti rivogliamo solare e allegra come sempre! vorrei poterti mandare un raggio del sole caldo di oggi e una fettina di questo cielo azzurro...sono certa che ti farebbero stare meglio!

Adrenalina ha detto...

Cosa ti succede??? Su su che tra un pò arriva la primavera!!! Questa torta mi pare molto interessante non fosse altro perchè contiene la panna eheheheh :P
Bacione rivitalizzante :*

sandra ha detto...

Adrenalina, mi hai tolto le parole di boccaaaaaaaaa!!! magica pannaaaaaaa... ;DDDD
Cerca di rimettermi dottoressa!
:o)

sandra ha detto...

rimetterti. ecco! :))))

fiordisale ha detto...

oh ma ti sei ripresa si o no? non è che ti devo mandare un medico :))))

come stai adesso?

tornando alla torta, (visto che il mio ospite è ripartito e mi posso ridedicare alle mie robe....)non ho mai fatto dolci con la panna per timore che essendo sola (e non mangaindola in un paio di giorni...) la panna mi faccia andare a male il tutto. oh nulla de che, al limite ne faccio due piccine (con le stesse quantità d'impasto) e una la porto in ufficio, ma ero giusto curiosa di capire se una cosa del genere durerebbe un 5-6 giorni. tu cosa dici?

enza ha detto...

beh la panna viene messa al posto del latte o di altro liquido e quindi si conserva benissimo.
alla fine è un ciambellone niente di che.

Carmen ha detto...

bella e semplice