lunedì 7 luglio 2008

dolce provenienza



Giretto per blog, oggi.
E guarda guarda cosa ti trovo.
Campo di fragole è uno dei miei blog preferiti e il gelo di melone, anzi di mellone anzi di milune anzi di mullune è uno dei miei dolci del cuore.
E' profumato, dolcissimo e tipicamente siciliano.
In questi giorni starà sicuramente invadendo le pasticcerie siciliane specie a Palermo e Catania.
Questa è la mia versione.

Ingredienti:
-1 litro di succo di anguria
- 120 grammi di zucchero
- 80 grammi di amido di mais
- gocce di cioccolata
- fiori di gelsomino siciliano
- frutta candita a dadini
Passare la polpa dell'anguria al passaverdura e raccogliere il succo in una ciotola
Mescolare l'amido allo zucchero e scioglierlo con poco succo diluendo successivamente con il restante e stando attenti a non formare grumi.
Versare il tutto in un tegamo dal fondo spesso e fare cuocere lentamente fino a che la crema non si sia addensata e abbia assunto un bel colore rosa intenso.
Far raffreddare ed aggiungere le gocce di cioccolato e la frutta.
suggerimento fondamentale...
Regolatevi con lo zucchero in base alla dolcezza della frutta, altrimenti rischia di diventare troppo zuccherino e immangiabile
...e piccolo aggiornamento
Dire gelsomino e dire gelsomino siciliano non è la stessa cosa.
Innanzitutto il gelsomino siciliano comincia a fiorire in questo periodo e prolunga la sua fioritura fino ai primi freddi.
Ha un profumo completamente diverso dal gelsomino vero che invece già da un pò ha terminato la sua fioritura che è unica e non prolungata come quella del parente siculo.
Poi ha un profumo completamente diverso.
Inoltre bisogna anche far attenzione perchè il falso gelsomino o trachelospermum jasminoides o rincospermo perchè quest'ultimo è addirittura velenoso, per cui non provateci.
In sicilia il gelsomino si usa anche per fare la granita o il gelato ed è un gusto assolutamente caratteristico dell'estate nell'isola.
Non riproducibile altrove a meno di avere un papà che vi porta una pianta direttamente dalla natia terra.
Inoltre in sicilia il termine "gelo" indica sempre e comunque un dolce cremoso freddo ma non ghiacciato fatto con un liquido a cui si aggiunge amido e zucchero.
Così al classicissimo gelo di melone si affiancano versioni meno note come il gelo di caffè o quello di limone o quello di latte di mandorla che si può anche chiamare biancomangiare.
Il vero biancomangiare è fatto proprio con il latte di mandorla e non con il latte di mucca.
Quindi nulla vieta l'utilizzo di altri liquidi base, tipo il melone vero alex? :D

13 commenti:

lenny ha detto...

Ho letto il post relativo la problema della devastante ed atroce mattanza dei tonni e trovo che sia importante parlarne e sensibilizzare le coscienze, per contrastare la tendenza alla moda imperante e dilagante del sushi (incentivata da dubbi interessi economici).

Focalizzando l’attenzione sul celeberrimo GELO, ho una curiosità folle di provarlo e mi ero ripromessa di prepararlo oggi pomeriggio, ma non mi è stato possibile.
L’anno scorso, a fine estate, ho sperimentato il gelo di melone (quello giallo) e non mi ha entusiasmato molto, ma ho il dubbio che il melone non fosse sufficientemente dolce e di non averlo aromatizzato a dovere (non ho usato il gelsomino).
Utilissima la precisazione tra vero gelsomino e non: mia madre ne ha una pianta in un vaso e molti visitatori, nell’ammirarlo lo classificano come gelsomino!
Mi piace l’idea della granita di gelsomino: anche quella mai assaggiata. Quest’anno devo colmare queste lacune!
Ciao

Claudia ha detto...

sei sempre precisa e puntuale e per questo, e non solo, ti abbraccio forte forte *

Cla

Sere ha detto...

mmm...chissà che profumo e che bontà! Vorrei assaggiarlo, ma, in Sicily.. una cosa che non mi sconfinfera... il cioccolato... buh, son gusti eh!!!
Un abbraccio Enzuccia mia!

Fra ha detto...

Questo dolce mi piace tantissimo...non l'ho mai assaggiato ma visivamente mi attira molto. E poi io e i dolci siciliani abbiamo un feeling particolare ;)
Grazie per la precisazione su "geli", magari sperimenterò anche qualche altro gusto
Un bacione
Fra

Saretta ha detto...

Tesoroooooooooo!!!mapperchè sei così lontana mannaggia...Si dal il caso che mi apri il cuore ogni volta che ti leggo!!!
allora, a parte la bontà del gello...hai confermato quanto affermavo io lo scorso anno:il gelsomino sicialiano è UN'ALTRA COSAAAAAAAAAA!!!Il profumo è impagabile e all'apparenza pare un ricamo...la signora Anna, che ci ospitava nel suo agriturismo, mi disse che da ragazza usava ornarsi il petto con fiori di quel gelsomino(mi sovviene la poesia "la domenica del villaggio").Io mene misi due fiorellini nei capelli una sera, ero inebriata da quel profumo!Enza, mi sa che prima o poi lascio il cemento e me ne vò!
Un bacione gioiaaaaaaaa e grazie!
saretta

salsadisapa ha detto...

hai fatto bene a specificare sul gelsomino, perché presa dalla foga ci sarei cascata come una pera! l'avrei spiluccato dalla siepe dei miei combinando magari un disastro se fosse stato quello velenoso :-( provo a vedere se imparo a riconoscerlo...
ciao!

salsadisapa ha detto...

se non ho visto male, il rincospermo ha i fiori più "magri", coi petali che si addoppiano su se stessi e disposti a formare una piccola girandola, mentre il gelsomino vero ha i petali più larghi e tondeggianti. giusto? :)

Aiuolik ha detto...

Non l'ho mai assaggiato, ma mi incuriosisce non poco!

Ciaoo,
Aiuolik

L'Albicocca ha detto...

Mi piace tanto leggerti… Ti ho assegnato il “Premio Brillante Weblog 2008”. Vieni a vedere di cosa si tratta!

enza ha detto...

si salsina sono esattamente come li hai descritti, arricciati.
Sere le gocce di cioccolato servono a mimare i semini dell'anguria ma si possono tranquillamente omettere.
comunque non incontra favori unanimi.
albicocca, son passata da te nei giorni scorsi belle le creazioni che fai e mi chiedo come faccia visto il bimbo piccolo.
grazie, arrossisco e corro a vedere.
saretta che immagine sensuale una ragazza con i fiori di gelsomino tra i capelli!
claudia ma che bello sentirti, breve però ci rifaremo :D
lenny io credo che si possa sperimentare in qualsiasi modo solo che non vorrei sbagliare ma la percentuale di amido varia a seconda del liquido utilizzato, a me il melone fa venire in mente la vaniglia, la menta oppure il cardamomo.
o il cliassicissimo porto

campo di fragole ha detto...

E ti pensavo... che credi?
Meno male che ci sei tu a specificare sul gelsomino altrimenti io mandavo tutti a raccogliere i fiori dei vicini :(
A vedere le tue foto il tuo sembra piu' liquido... il mio e' compatt, compatto...cosa che io non amo molto... forse faccio meglio a provarlo in situ... fra qualche settimana saro' in Sicilia!! Yuppi!!
Gelo, gelati, granite, cannoli, cassata & Co. aspettaaaatemi!!!
Bacioni
D.

mamma3 ha detto...

La trovo una versione deliziosa, la foto è stupenda, invita all'assaggio! Buona domenica mia cara, elga

Gunther K.Fuchs ha detto...

non è niente male bravissima