venerdì 15 giugno 2012

cena in bianco di Torino: sud-nord andata e ritorno

cena in bianco


Mi piacciono i flash mob.
Per chi non lo sapesse il flash mob è....oddio e come ve lo spiego...insomma nasce come forma di protesta, come momento di aggregazione, come voglia di comunicazione.
Alcune persone si danno un appuntamento segreto e fanno delle cose come se fosse tutto assolutamente casuale e non frutto di accordi via rete, segreti fino all'ultimo.
Un flash mob è ovunque, in qualunque momento e quando meno te lo aspetti.
Mi piace la cospirazione, il segreto fino all'ultimo minuto secondo.
Il mio flash mob preferito?
Eccolo




E questo è il mio contributo al flash mob di stasera a Torino.
Una cena di piazza pensata e voluta per avvicinare le persone le une alle altre, candidamente.

Pur avendo il blog impantanato da tempo ho pensato che sarebbe stato bello partecipare.
Una cena in bianco, un ingrediente bianco, apparecchiare in bianco.
Perfetto.
Certo abbiamo l'esempio dei Calycanti.
Sulla cena in bianco di Torino vi lascio alle parole di Maricler e al link di FB.
Se devo dire, l'unica volta che sono andata a Torino per lavoro, l'ho trovata brutta.
Decisamente brutta, viali enormi che sembravano senza fine e tutti uguali, caseggiati altissimi uno identico all'altro.
Non mi sono avvicinata al centro, stavo in zona industriale, la mattina sempre per lavoro sulla strada per Candiolo c'ero solo io e la nebbia come pane.
Le parole di Maricler mi hanno tanto confortata e acceso la voglia di vedere com'è la vera Torino. Lo sapevo che non poteva essere e che mi ero sbagliata di grosso
Recuperare si deve a questo punto, chissà, forse a Ottobre.

Ecco il mio contributo. Non è stato affatto difficile pensare ad un dolce bianco che avesse anche un forte legame con la mia origine siciliana perchè da lì proviene. E' un dolce antico, un budino d'antan che negli anni è stato stravolto con la sostituzione del latte di mandorla con il latte di mucca. Un vero peccato.


IMG_5298

Qui si parla candidamente di:

BIANCOMANGIARE E MIRTILLI (per 2 persone)

- 450 ml di latte di mandorla o metà latte di mandorla e metà latte di mucca o tutto latte di mucca (ma quest'ultima opzione non ve la consiglio)
- 3 cucchiai grandi e colmi di amido di mais
- 70-100 gr di zucchero semolato (e qui vedete voi assaggiando, il latte di mandorla che ho utilizzato non è zuccherato=
- una punta di semini di vaniglia
- menta per profumare (in questo caso ho usato la menta bergamotto ma giusto per tirarmela un pò)
- una manciata di mirtilli per far contenti i bambini


Non c'è niente di più semplice e se vi va di far ancora più in fretta vi consiglio l'uso del microonde.
Sciogliete l'amido nel latte freddo, insieme allo zucchero. Fate addensare a fuoco bassissimo oppure al microonde, non ci vorranno più di tre minuti.
Fuori dal fuoco aggiungete i profumi.
Io ho scelto la menta e la vaniglia voi mettete quel che vi pare.
Che ne so....cannella, limone, melissa... Mettete all'interno dello stampo una manciata di mirtilli e fate raffreddare in frigo.
Sformarlo sarà facilissimo. verrà via da solo.

IMG_5311

8 commenti:

Ornella ha detto...

Enzina, Torino e è una città che mi porto nel cuore.. E ti dirò che non è soltanto il centro ad essere bello e raffinato, per certi aspetti molto "francese", ma anche alcune zone periferiche che hanno comunque un certo fascino retrò. La cosa strano ma vera è che pochissimo tempo fa, mia figlia c'è stata per la prima volta. Beh, ne è rimasta colpita, ha avuto la mia stessa impressione.. eppure non gliene avevo mai parlato! :)

Saretta ha detto...

Io sono stata a Torino afine aprile e me ne sono innamorata..
http://defelicitateanimi.blogspot.it/2012/05/torino-jazz-friendship.html
Sono talmente frullata che mi sono scordata di pubblicare il post sul flah mob, ed a Torino stase non ci sarò :(
Però il tuo biancomangiare quanto lo gradisco!!!
Bacione

Alessandra ha detto...

Ciao Enza, grazie per il video, mi ha fatto piangere da matti, in un buon senso, un periodaccio brutto ma brutto, sai di quelli dove nulla può ormai cambiare la situazione, ma incredibilmente due minuti di lacrime fan bene e poi poi tirano su e si riesce ad acchiappare il momento giusto per abbracciare anche la sofferenza come una sorella.

Il video sembrava proprio simbolico, in una stazione, siamo in attesa, un amico sta partendo. Vorrei riuscire a fare un flash mob per farlo sorridere, lui, sua moglie e i loro ragazzini...

Ma sai che le foto sono proprio belle, ho messo il collage su pinterest, sono le manine della tua bimba? Com'e' cresciuta! A anche a me piace Torino, una bella 'signora' città!

Ciao e XXX
Alessandra

enza ha detto...

Ale mi verrebbe da dire che purtroppo tutti i giorni do l'addio. Ma quello é il mio lavoro. Dovrò presto dare l'addio ad un amico. Non so nemmeno io come mi sento. Felice dello sfogo. La bimba grande ha 8 anni e mani da principessa

Silvia.moglie ha detto...

che bello ritrovati in un flash, che sia mob o bianco non importa. abbracci tanti. guardate cosa potevo fare con il latte di mandorle. scaduto ormai da troppo temo...

sgrìsole ha detto...

Grazie grazie grazie per questa ricetta!!!
Ho appena versato il mio biancomangiare negli stampini, sa un profumo... non vedo l'ora di assaggiarlo!
Avevo ricordi lontani di questa ricetta mangiata in Sicilia da piccola, ma tutte le versioni incontrate finora sul web o nei vari ricettari presentavano panna, latte di mucca eccetera. E poi erano molto più laboriose. E il risultato non era mai come me lo ricordavo.
Sono sicura che la tua ricetta è LA ricetta, e poi è di una semplicità! E già questa è una garanzia :-)

Rosa Forino ha detto...

wow!!! ha un aspetto invitante davvero irresistibile, felice di averti incrociata oggi se ti va vienimi a trovare ciao

Englisch Übersetzung ha detto...

Great food and a wonderful flash mob! I love both : )